12° Simposio scientifico annuale Ri.MED - "Cancer Immunotherapy: Recent Progress and Future Challenges" Vedi
Ri.MED Research Retreat - Vedi
Quotidiano di Sicilia - Parkinson, nuove speranze per i pazienti Vedi
Post Doctoral Researcher in Computational Chemistry – CheMISt (Rif. PDCCh-CH/18) - Comunicazione del 11/07/2018 – PROROGA Presentazione candidature La Fondazione Ri.MED comunic... Vedi
Principal Investigator/Senior Scientist in Proteomica (Rif. PSP/18) - Comunicazione del 06/07/2018 – PROROGA Presentazione candidature La Fondazione Ri.MED comunica che sono st... Vedi
Post Doctoral Researcher in Computational Bioengineering - CheMISt (Rif. PDCB-CH/18) - Comunicazione del 21/06/2018 – Elenco idonei in ordine di merito - Per visionare l'ele... Vedi
Indagine di mercato - Avviso esplorativo di indagine di mercato per manifestazione d’interesse a partecipare alla procedura negoziata, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. b) del D.L... Vedi

Istituita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, la Fondazione Ri.MED nasce dalla partnership internazionale fra Governo Italiano, Regione Siciliana, Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), University of Pittsburgh e University of Pittsburgh Medical Center (UPMC).
La Fondazione, con sede a Palermo, promuove, sostiene e conduce progetti di ricerca biomedica e biotecnologica, favorendo il rapido trasferimento di risultati innovativi nella pratica clinica.
É attualmente impegnata nella realizzazione del Centro per le Biotecnologie e la Ricerca Biomedica, che costituirà un polo di riferimento per i ricercatori di tutto il mondo, ponendo la Sicilia all’avanguardia nel settore della ricerca biomedica e biotecnologica, un settore in continua espansione.
Parallelamente sta formando giovani e brillanti ricercatori che costituiranno il capitale umano del Centro di Ricerca: i ricercatori post-doc selezionati per la Fellowship di ricerca Ri.MED svolgono la loro attività presso l’Università di Pittsburgh o presso centri d’eccellenza europei, mentre altri ricercatori, membri di staff di produzione e di qualità, operano presso presso i laboratori dell’Unità di Medicina Rigenerativa e Tecnologie Biomediche di ISMETT, a Palermo. Sotto la guida del Comitato Scientifico della Fondazione, i ricercatori Ri.MED hanno pubblicato in questi anni numerosi articoli scientifici di rilievo nell'ambito dei programmi di ricerca condotti.
La Fondazione ha attivato importanti convenzioni e collaborazioni scientifiche con alcuni tra i principali istituti operanti nel settore delle biotecnologie, siglando accordi per lo sviluppo dell’innovazione tecnologica, la promozione di attività di ricerca e la condivisione di laboratori e risorse, con lo scopo di migliorare la cultura scientifica e il benessere collettivo che ne consegue.
Nell’ambito della ricerca preclinica e clinica, sono strategiche le partnership con l’Università di Pittsburgh, UPMC e l’IRCCS-ISMETT, che hanno portato allo sviluppo di decine di brevetti. La generazione di proprietà intellettuale rappresenta un valore intangibile fondamentale nel bilancio della Fondazione Ri.MED, nell’ottica di sviluppare un innovativo modello di sostenibilità della ricerca. Alcune di queste invenzioni, oggi in fase di sviluppo preclinico, sono oggetto di accordi per la creazione di start-up, investimenti da venture funds, o per il licenziamento ad aziende del settore. Ri.MED possiede oggi un portfolio progetti diversificato e bilanciato, guidato da un team multidisciplinare con chiari obiettivi di sviluppo di prodotto nell’ottica bench to bedside.
Notevole impulso all’attività della Fondazione è dato inoltre dal successo del lavoro volto all’ottenimento dei finanziamenti per la ricerca: Ri.MED svolge infatti una costante attività di ricerca, selezione e presentazione di progetti a valere su bandi internazionali, comunitari, ministeriali e regionali al fine di attivare programmi di ricerca co-finanziati da soggetti esterni, anche in collaborazione con altri enti.


Guarda il video di presentazione della Fondazione Ri.MED
 

In Evidenza

In Evidenza

Sostieni La Ricerca


dona il tuo 5 x mille