dove si svolge

Presso i laboratori del CBRB saranno sviluppate competenze e piattaforme tecnologiche nel campo delle biotecnologie e della ricerca biomedica, focalizzate sulla scoperta e lo sviluppo di nuovi farmaci, diagnostici, vaccini e dispositivi biomedicali in aree quali le neuroscienze, l’oncologia e le malattie cardiovascolari. In attesa che il CBRB sia ultimato,  i nostri ricercatori svolgono la loro attività di ricerca in diversi centri dislocati tra Stati Uniti ed Europa, principalmente nelle città di Pittburgh e Palermo.

La Fondazione ha sponsorizzato una fellowship post doc di ricerca biomedica - il Ri.MED Fellowship Program - per un periodo di formazione presso l'Università di Pittsburgh. Mediante la Fellowship la Fondazione ha potenziato la formazione di ricercatori indipendenti su temi di ricerca di base: i Fellows hanno effettuano inizialmente una rotazione attraverso alcuni laboratori a Pittsburgh, prima di scegliere formalmente un «mentor» che li seguisse per tutto il corso del progetto di ricerca. Accanto all’attività scientifica, i ricercatori hanno effettuato corsi di Leadership e Management Scientifico, utili nello sviluppo della loro carriera. Il Comitato Scientifico della Fondazione ha valutato annualmente i progressi della ricerca e gli obiettivi di carriera di ciascun borsista, decidendo la prosecuzione o meno dei progetti di ricerca: i più meritevoli continuano ora l’attività in seno all’università americana in qualità di Research Assistant Professor, con la doppia affiliazione come Ri.MED Principal Investigator, in attesa di spostarsi in Sicilia presso il realizzando Centro per le Biotecnologie e la Ricerca Biomedica.

L’attività di ricerca trova spazio e forza nella sempre più ampia rete di collaborazioni e convenzioni scientifiche che Ri.MED sviluppa con enti e istituzioni di settore: sono già operativi accordi per lo sviluppo dell’innovazione tecnologica, la promozione dell’attività di ricerca e la condivisione di laboratori e risorse con enti dislocati in tutto il mondo. Obiettivo delle collaborazioni è integrare competenze complementari a progetti di ricerca traslazionale congiunti, aumentandone la massa critica e le potenzialità di successo. Fondamentale è la capacità di creare network in grado di competere al finanziamento delle linee di ricerca. In due casi in particolare, la Fondazione Ri.MED ha concordato la gestione diretta di laboratori situati all’interno degli enti con cui ha siglato accordi di collaborazione.

In primis la gestione di laboratori di ricerca biomedica e medicina rigenerativa presso l’IRCCS ISMETT (Istituto Mediterraneo per Trapianti e Terapie ad Alta Specializzazione), di importanza strategica per l’integrazione della ricerca di base con quella clinica. I ricercatori dell’Unità Ri.MED di Medicina Rigenerativa e Tecnologie Biomediche presso l’ISMETT IRCCS di Palermo svolgono la loro attività presso laboratori di ricerca e di produzione (GMP Facility), sviluppando innovative ricerche per favorire la traslazione dei risultati della ricerca all’applicazione clinica. Realizzando la coesistenza di locali e personale della Fondazione Ri.MED all’interno dell’Istituto Mediterraneo per i Trapianti e Terapie ad Alta Specializzazione (ISMETT) e mediante l’accordo di collaborazione tra le due istituzioni, la Fondazione Ri.MED intende facilitare scambi di conoscenze e di idee tra il personale medico e di ricerca.
Accanto ad alcuni progetti di ricerca di base fortemente orientata all’applicazione clinica, quali rigenerazione di derma e tessuto osseo, nei laboratori di Palermo si procede con la traslazione clinica di innovative terapie a base di prodotti cellulari, quali il trapianto di isole pancreatiche, il trapianto di cellule epatiche fetali e l’immunoterapia adottiva.

Il recente avvio di gestione dei laboratori di Biologia Strutturale presso l'ATeN Center del CHAB (Mediterranean Center for Human Health Advanced Biotechnologies) ha permesso l'implementazione di piattaforme tecnologiche di biologia strutturale e ingegneria computazionale.

Presso la sede amministrativa e legale della Fondazione Ri.MED a Palazzo Moncada è inoltre stata attrezzata ed attivata l'Unità di Biologia e Chimica Computazionale, che comprende le Piattaforme di Bionformatica e Computer Aided Drug Design.

In Evidenza

Sostieni La Ricerca


dona il tuo 5 x mille