FINANZIAMENTI / grants / ISPeMI

 

Istituto di Sperimentazione Preclinica e Molecular Imaging

finanziato dal Programma Operativo Nazionale “Ricerca & Competitività” (PON “R&C”) 2007-2013', Avviso n. 254/Ric. del 18 maggio 2011 Asse I “Sostegno ai mutamenti strutturali” - Obiettivo operativo “Potenziamento delle strutture e delle dotazioni scientifiche e tecnologica” - Azione I “Rafforzamento strutturale”.

Gennaio 2011 - Giugno 2015


L’idea dell’ISPeMI nasce dal fatto che i grandi progressi che l’attuale ricerca biomedica sta conseguendo nella comprensione degli eventi cellulari e molecolari che regolano i processi fisiopatologici e lo sviluppo di biotecnologie ad elevata processività (high-throughput), in tutte le scienze omiche (genomiche, proteomiche, transcrittomiche), hanno rivoluzionato l’approccio alla biologia e allo studio delle malattie, consentendo il rapido accumulo di enormi quantità di dati.

Affinché questa messe di conoscenze tecnico-scientifiche si possa tradurre in modo rapido ed efficace in nuovi mezzi di diagnosi e cura dei pazienti, è necessario che il complesso processo di sperimentazione pre-clinica, indispensabile per la validazione dei risultati di laboratorio, avvenga in modo efficiente.

Su questi presupposti è nato il progetto finanziato dal PON Infrastrutture, con lo scopo di costituire una rete integrata di laboratori che, utilizzando tecniche all’avanguardia di biologia cellulare, biologia molecolare, diagnostica per immagini e chirurgia sperimentale, possa generare un flusso di conoscenza che rapidamente, dai risultati ottenuti su cellule, tessuti o campioni patologici, passi agli studi su modelli animali - prima di piccola taglia e poi di grande taglia - necessari a fini di validazione scientifica e regolatoria, così da tradurre i dati sperimentali in nuove applicazioni cliniche.

Il progetto proposto dalla Fondazione Ri.MED in collaborazione con l’ Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia e l’Istituto Sperimentale Zootecnico per la Sicilia, puntava alla creazione di un Istituto di Sperimentazione Preclinica e Molecular Imaging a carattere multicentrico e interdisciplinare che permetta di effettuare in modo integrato e sinergico l’intero percorso della sperimentazione preclinica necessario a trasferire i risultati della ricerca biomedica nella cura del paziente.

l'obiettivo era la messa in rete di 3 Centri (potenziati attraverso i fondi del PON Infrastrutture):

Centro di Sperimentazione Preclinica su piccoli animali.
Presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia
, caratterizzato da un’ area di stabulazione per roditori e lagomorfi, una di chirurgia sperimentale e microchirurgia, un laboratorio di sperimentazione preclinica per studi di biologia cellulare, genomica, proteomica ed un laboratorio di immagine molecolare per l’analisi di modelli sperimentali su piccoli animali. Il laboratorio di immagine molecolare include una sala per la risonanza magnetica, apparecchiature per l’immagine ottica ed un ecografo.

Centro di Sperimentazione Preclinica su grandi animali.
Presso l’Istituto Sperimentale Zootecnico della Sicilia
, caratterizzato da un’ area di stabulazione per suini costituita da una Precision Livestock Swine Farming (PLSF) per una produzione standardizzata di animali SPF (Specific Pathogen Free), un’area di chirurgia sperimentale che include le apparecchiature necessarie per eseguire le procedure radiologiche ed endoscopiche, un’area di bancaggio di materiale biologico (campioni biologici sperimentali, cellule, acidi nucleici, banca del seme).

Centro di Medicina Molecolare e Molecular Imaging.
Presso l’Unità di Medicina Rigenerativa e Tecnologie Biomediche gestita dalla Fondazione Ri.MED e il Dipartimento dei Servizi Diagnostici e Terapeutici di ISMETT.
Il Centro è caratterizzato da laboratori di biologia cellulare, genomica, proteomica e di imaging su sistemi cellulari e su uomo. Il Centro include un’area di bancaggio di materiale biologico (campioni patologici, cellule, acidi nucleici). Le apparecchiature radiologiche ed endoscopiche previste per uso umano comprendono: una Risonanza Magnetica a 3T completa di software di spettrocroscopia ed imaging funzionale e un sistema di archiviazione delle immagini. Il Centro intende trasferire i risultati della ricerca in campo clinico e la ricerca dal paziente al laboratorio. Tra gli obiettivi: definire la biologia delle insufficienze terminali di organo (fegato, pancreas, cuore, rene, polmone) e, più in generale, dei processi patologici; determinare gli effetti biologici dei trattamenti nell’uomo e sviluppare terapie più efficaci e personalizzate.

Scopo primario dell’Istituto non è solo la ricerca biomedica, ma anche la valorizzazione di competenze e finalità in campo veterinario di natura scientifica, formativa e commerciale.
Nel progetto ISPeMI è stato implementato anche un articolato programma di formazione, rivolto a 24 figure professionali, tra cui medici, biologi, veterinari, personale tecnico e stabularisti.
Il percorso formativo si è svolto secondo un'alternanza di lezioni frontali e seminari un periodo di training on the job svolto presso i tre centri. (Si veda "brochure formazione")
Le lezioni frontali e i seminari comuni a tutte le figure in formazione includevano elementi di biologia cellulare e molecolare, microbiologia, igiene, anatomia comparata, zoonosi, legislazione nazionale ed europea sulla sperimentazione animale, benessere animale ed etica della sperimentazione animale, GxP (Good Laboratory, Good Manufacturing and Good Clinical Practice), proprietà intellettuale e trasferimento tecnologico, management e infine anche di tecniche di laboratorio.

Nel complesso le aree di interesse dell’Istituto di Sperimentazione Pre-clinica e Molecular Imaging sono:

Attività di ricerca biomedica
per lo sviluppo integrato dell’intero percorso di sperimentazione su modelli animali di piccola e grande taglia, necessario alla validazione di risultati sperimentali finalizzati allo sviluppo di prodotti e/o metodiche utilizzabili sia in campo diagnostico che terapeutico. La possibilità di fruire in modo organico della consulenza di ISMETT, centro clinico di rilievo internazionale specializzato nello studio e la cura delle patologie terminali d’organo mediante tecniche complesse chirurgiche e di radiologia interventistica, e di organismi di riferimento sulle problematiche regolatorie, quali l’Istituto Superiore di Sanità e il Centro Nazionale Risorse Biologiche, rafforza ulteriormente la capacità dell’Istituto di fornire prodotti immediatamente utilizzabili da parte delle industrie biotecnologiche produttrici (test diagnostici, anticorpi, prodotti genici, proteine ricombinanti ecc.) e industrie interessate a terapie farmacologiche e/o avanzate (cellule, prodotti per ingegneria tissutale e terapia genica).

Attività di formazione e divulgazione scientifica
Questa attività comprende: realizzazione di corsi e seminari per istituzioni pubbliche e private, nazionali ed internazionali; consulenza medico-veterinaria in video-laparoscopia ed in - open su tecniche chirurgiche, microchirurgiche e di embriologia sperimentale. si prevede inoltre di organizzare corsi di formazione per la gestione delle apparecchiature radiologiche e di immagine ottica per piccoli animali e per il loro utilizzo diagnostico che coinvolgeranno tecnici di radiologia, biologi, fisici sanitari e medici.

Attività di servizio
Sperimentazione preclinica su commissione di enti e gruppi di ricerca con sviluppo di nuovi test diagnostici e terapie cellulari; creazione di modelli chirurgici sperimentali e modelli di patologie in organismi murini e suini geneticamente modificati, in funzione di obiettivi specifici; servizi di gestione, produzione di linee murine e suine in condizioni strettamente controllate; allevamento di suini SPF commercializzabili, destinati alla ricerca; formazione di personale altamente specializzato.

Tutte queste caratteristiche rendono l’Istituto di Sperimentazione Preclinica e Molecular Imaging un’istituzione molto particolare e con delle caratteristiche di unicità e con possibilità di espansione di prodotti e servizi a livello nazionale/internazionale.

In Evidenza

In Evidenza

Sostieni La Ricerca


dona il tuo 5 x mille